Uno spazio libero, autonomo, gratuito, autogestito, indipendente da sponsor di qualunque tipo,
che abbia come finalità la collaborazione e l’aiuto reciproco tra autori esordienti.
Uno spazio accessibile anche a lettori che vogliano commentare criticamentegli scritti degli autori.
Un gruppo di lettura critica, un laboratorio di scrittura autogestito.
U
n angolo libero per scambiarsi informazioni, consigli, link, bandi di concorso,
recensioni inerenti la scrittura, la poesia, ma non solo.
Tutti i partecipanti sono gestori, responsabili dei propri scritti, 
Nessun capo, nessun condottiero.
Un posto dove stare principalmente insieme.
Senza clamori ma in pacata armonia


ATTENZIONE: QUESTO FORUM NON ACCETTA PIU' NUOVE RICHIESTE DI ISCRIZIONE FINO A DATA DA DESTINARSI.


PER ISCRIVERSI BISOGNA RICORDARE CHE:

L'accesso al forum non è automatico ma su richiesta.
Leggere attentamente le regole e la mission di questo forum  indicate a questo link.
Dopo essersi registrati su FFZ e aver letto quanto richiesto, si può chiedete l'iscrizione al forum
cliccando su "unisciti" link a destra in alto.
IMPORTANTE:
lasciare sempre un breve messaggio in area "Benvenuti"
sezione "Mi presento" indicando le ragioni che inducono a richiedere l'iscrizione al forum. 
Non saranno accettate richieste di iscrizione senza la presentazione in area "Mi presento"
Qualunque richiesta senza presentazione sul forum sarà automaticamente respinta
 

Questo forum è un gruppo di lettura e di scrittura autogestito.
Gli amministratori  si riserveranno di accettare o rifiutare la domanda di iscrizione.
  

RIEPILOGO:
1. MISSION DEL FORUM: Leggere attentamente chi siamo e la nostra mission, per capire se è il forum che fa per voi:
CLICCA QUI
2. PRESENTAZIONE SU "MI PRESENTO"
CLICCANDO SU QUESTO LINK: e scrivendo breve presentazione di se stessi e ragioni per cui si richiede l'iscrizione al forum;
3. UNISCITI
CLICCANDO SU QUESTO LINK:
4. INTERAGIRE in attesa di approvazione della richiesta, nelle aree pubbliche del forum.
5. REGOLE E DIRITTI DEI FORUMISTI:
CLICCA QUI (tenendo presente che sono abbondantemente più numerosi i diritti che i doveri).


 
Vote | Print | Email Notification    
Author

Mostra fotografica di Carlo Andreoli - Milano dal 6 1l 22 Ottobre

Last Update: 10/2/2008 7:08 PM
10/2/2008 7:08 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1,805
Registered in: 11/23/2005
Veteran User
OFFLINE
Da non perdere! Suggerito con il cuore da Fabio.


Carlo Andreoli e Rohn Meijer

Memoria e futuro: orizzonti in bilico Artisti Vincitori del concorso MU11|Unframmentodifuturo
A cura di: Circolo Culturale Bertolt Brecht



Spazio 2/Giovanola
Il mondo Urbano

Forse non abbiamo intenzione di fermarci, forse non siamo pronti a fermarci. Forse la paura ci lascia senza fiato, figure inerti in questo mondo rutilante di immagini crudeli e deliranti, in questo giro di vite consumate in fretta, delle quali nulla vogliamo sapere, delle quali ignoriamo la musica segreta. Ma proprio mentre corriamo per dimenticare, proprio mentre il mondo ci ruota attorno con inequivocabile puntualità … recuperiamo il fiato, dopo l’ennesima corsa, inspiriamo e solleviamo lo sguardo, lasciamo che si allarghi, lasciamo che metta a fuoco la realtà. Una realtà sgrammaticata come quella dei titoli di alcune delle foto di Carlo Andreoli, una realtà dolente, di carne e sangue, dove quasi non esistono sfumature, divorate dalla violenza inconsulta dell’uomo che consuma, dove i colori sono quelli freddi della denuncia o piuttosto della presa di coscienza di questo artista che lascia il proprio segno con una scrittura di meditata imprecisione, con disarmante risolutezza. E’ il mondo degli ultimi, dei piccoli, che Andreoli fissa nei suoi scatti impietosi, restituendo dignità ad un’esistenza dimenticata, inchiodandoci alla nostra coscienza. Siamo ancora qui, assorti, e subito nei nostri occhi si fa strada l’universo di Rohn Meijer, un universo i cui confini si dilatano fino a toccare l’oriente estremo, terra di mezzo indecisa fra passato e futuro. La tradizione millenaria di un popolo e il suo anelito all’eternità si incontrano su un ponte sospeso fra un futuro che è già qui e un passato che è ancora presente. Istantanee di vita, volti fissati in una quotidianità fatta di fatica e attesa, fatta di gesti semplici, essenza imprescindibile della nostra umanità. Nel chiarore di un mattino, su un ponte di pietra, un figlio corre incontro a suo padre, un aquilone si alza nel vento disegnando i sogni di un bambino. In una notte di silenzio rarefatto, le luci fredde di un ponte vuoto ci avvolgono in una solitudine irreale. Un ponte può dividere. Un ponte può congiungere. A noi la scelta.
Barbara Di Santo e Paola Franzosi



Inaugurazione: Lunedì 6/10/2008 alle ore 18.30
La mostra resterà aperta nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì dalle 16.00 alle 18.00 e giovedì dalle 18.00 alle 20.00 fino al giorno 22/10/2008
INGRESSO LIBERO









http://fabiomusati.blogspot.com/
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
NUOVA DISCUSSIONE
 | 
RISPONDI
Cerca nel forum




 Clicca qui per iscriverti a fiae
Clicca qui per iscriverti
alla mailing list del forum
(solo per gli iscritti al forum FFZ)
 


Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:38 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com