Uno spazio libero, autonomo, gratuito, autogestito, indipendente da sponsor di qualunque tipo,
che abbia come finalità la collaborazione e l’aiuto reciproco tra autori esordienti.
Uno spazio accessibile anche a lettori che vogliano commentare criticamentegli scritti degli autori.
Un gruppo di lettura critica, un laboratorio di scrittura autogestito.
U
n angolo libero per scambiarsi informazioni, consigli, link, bandi di concorso,
recensioni inerenti la scrittura, la poesia, ma non solo.
Tutti i partecipanti sono gestori, responsabili dei propri scritti, 
Nessun capo, nessun condottiero.
Un posto dove stare principalmente insieme.
Senza clamori ma in pacata armonia


ATTENZIONE: QUESTO FORUM NON ACCETTA PIU' NUOVE RICHIESTE DI ISCRIZIONE FINO A DATA DA DESTINARSI.


PER ISCRIVERSI BISOGNA RICORDARE CHE:

L'accesso al forum non è automatico ma su richiesta.
Leggere attentamente le regole e la mission di questo forum  indicate a questo link.
Dopo essersi registrati su FFZ e aver letto quanto richiesto, si può chiedete l'iscrizione al forum
cliccando su "unisciti" link a destra in alto.
IMPORTANTE:
lasciare sempre un breve messaggio in area "Benvenuti"
sezione "Mi presento" indicando le ragioni che inducono a richiedere l'iscrizione al forum. 
Non saranno accettate richieste di iscrizione senza la presentazione in area "Mi presento"
Qualunque richiesta senza presentazione sul forum sarà automaticamente respinta
 

Questo forum è un gruppo di lettura e di scrittura autogestito.
Gli amministratori  si riserveranno di accettare o rifiutare la domanda di iscrizione.
  

RIEPILOGO:
1. MISSION DEL FORUM: Leggere attentamente chi siamo e la nostra mission, per capire se è il forum che fa per voi:
CLICCA QUI
2. PRESENTAZIONE SU "MI PRESENTO"
CLICCANDO SU QUESTO LINK: e scrivendo breve presentazione di se stessi e ragioni per cui si richiede l'iscrizione al forum;
3. UNISCITI
CLICCANDO SU QUESTO LINK:
4. INTERAGIRE in attesa di approvazione della richiesta, nelle aree pubbliche del forum.
5. REGOLE E DIRITTI DEI FORUMISTI:
CLICCA QUI (tenendo presente che sono abbondantemente più numerosi i diritti che i doveri).


 
Vote | Print | Email Notification    
Author

Keith Haring a Milano

Last Update: 11/28/2005 5:07 PM
11/28/2005 4:18 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 34
Registered in: 11/23/2005
Junior User
OFFLINE
Avevo già visto quegli omini ritratti su qualche maglietta, tazza e manifesti a casa di amici.
- L'ennesima operazione di marketing dell'immagine, un altro che si è inventato il suo piccolo tratto e che l'ha rifatto uguale per tutta la vita- mi dicevo - accompagnando il mio amico pittore di Ferrara, che quando viene a trovarmi a Milano mi porta di peso a tutte le mostre in città.
Invece.

Due ore di smarrimento totale, perso e ritrovato più volte in una selva fitta di simboli vecchi come il mondo eppure nuovi: i primi graffiti dell'uomo delle caverne, i geroglifici egizi e quelli atzechi, il linguaggio di Internet e della televisione, la pubblicità, il dominio assoluto del dollaro e della religione che diventano la stessa cosa, cappio all'individuo, droga e promessa di qualcosa che non arriverà mai, dentro uno schermo c'è solo un altro schermo e il tuo apparente successo è la tua condanna, ti inculano mentri tu stai scopando qualcuno, ed è un cane o un mostro a tre teste.
Eppure c'è anche fisicità gioiosa e generosa, e non in contrapposizione e nemmeno come differente capitolo, no, sono fuse insieme, gioia candida e semplice dell'essere vivo e castigo continuo e terribile, senso di colpa che ti perseguita da sempre e lo fa con tutti, come se questo fosse solo un esperimento terribile di scienziati pazzo che abbiano usato il nostro pianeta per farci scoppiare lì tutte le contraddizioni possibili, mischiando i simboli e rendendo inscindibile il bene dal male, che continuano a scopare, concatenandosi uno all'altro nella serie infinita dei milleeni.
E sono solo parole che cercano si inseguire ciò che Haring ti sbatte in faccia col segno grafico puro, uguale a quello del primo uomo, Adamo o cellula evoluta che sia (che importa?)e uguale a quello dell'uomo che solcherà l'universo sulla sua nave spaziale e che ritornerà qui fra un milione di anni a far ricominciare tutto.

Ecco, non ho detto niente di Haring e della sua mostra. Ma quello poteto trovarlo in mille libri e mille siti. Questa era la mia pancia, la mia anima, il mil sfintere visitato dal suo tratto.
http://fabiomusati.blogspot.com/
11/28/2005 4:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 76
Registered in: 11/22/2005
Junior User
OFFLINE
Grazie Fabio... mi piacciono i gorgoglii della tua pancia!

dacci qualche riferimento sulla mostra però, così se qualcuno capita a Milano sa dov'è, fino a quando...


mi hai messo voglia di andare a vederla...mannaggia!
11/28/2005 5:07 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 36
Registered in: 11/23/2005
Junior User
OFFLINE
www.triennale.it/triennale/index2.html

Cliccate su Keith Haring Show.
http://fabiomusati.blogspot.com/
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
NUOVA DISCUSSIONE
 | 
RISPONDI
Cerca nel forum




 Clicca qui per iscriverti a fiae
Clicca qui per iscriverti
alla mailing list del forum
(solo per gli iscritti al forum FFZ)
 


Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:57 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com